DOPO BAGLIONI PREMIAMO L’ANSALONI

Red RonnieDurante il prossimo weekend, Faenza ospiterà l’edizione 2008 del Mei, il Meeting delle etichette indipendenti. Un’occasione per incontrarsi, confrontarsi e, perché no?, autocelebrarsi. Dopo aver premiato, alcuni anni orsono, Claudio Baglioni, noto cantautore underground, gli organizzatori hanno deciso, per quest’anno, di assegnare un “Premio Speciale alla Carriera per 30 anni di instancabile attività a favore della valorizzazione degli artisti e delle band emergenti italiane”. A Red Ronnie. Lo ripetiamo: a Red Ronnie. Non è uno scherzo: a Red Ronnie, che riceverà “una speciale chitarra di ceramica realizzata dalla ceramista faentina Elena Boschi” (avessi detto…), grazie al supporto del mensile faentino New Generation.

Ora, è vero che un programma tv come Be Bop A Lula fece a suo modo epoca. Ma noi ci ricordiamo più puntate dedicate ai Duran Duran (sia detto con il massimo rispetto) che non a una scena italiana che a metà anni Ottanta muoveva i suoi primi, faticosi passi. E il Roxy Bar? Vabbe’, ci hanno suonato i La Crus ma anche, e soprattutto, i Nomadi. Non esattamente un gruppo emergente.

Ma poi: una chitarra di ceramica a che cazzo serve?

C’era una volta Gabriele Ansaloni, candidato alle elezioni/ non gli bastava fare il giornalista e allora ci ha provato come socialista/
Ansaloni/ scegli Ansaloni
L’hanno trombato alle scorse elezioni e lui è tornato ale televisioni/ con nuove e rivoluzionarie trasmissioni, tu chiamalo per nome, lui si chiama Red Ronnie
Ansaloni/ votate Ansaloni
La chitarra di Jimi sta quattrocento milioni e non la sa suonare il nostro Ansaloni/ ma la vuole comprare assolutamente, adesso è di Red Ronnie e non vale più niente, è di
Ansaloni/ la chitarra usata di Ansaloni
Lui è sempre al corrente di chi sono i più buoni e dentro al suo bar ne intervista a milioni/tra Calcutta e patrignano quante buone azioni ci vende dal televisore il nostro Red Ronnie
Ansaloni/Ansaloni, you give me fever, Ansaloni

Ansaloni – Sergio Messina

Annunci