FESTIVAL DI SANREMO, VISIONI COLLETTIVE

festival_di_sanremo_visioni_collettive

MR2: Avete visto Sanremo ieri sera?

MR1: Un pezzetto. Ho visto anche Benigni e Grillini. Per fortuna ho evitato Povia

MR3: A voi chi è piaciuto?

MR2: Mi aspettavo un Festival più innovativo. Invece mi sembra non molto distante dal canone baudiano. Katie Perry però è proprio gnocca

MR3: L’occhio sul vestito della Zanicchi aveva un che di massonico. Non è che lei, essendo una seguace di Berlusconi…

MR2: Il vestito della Zanicchi era chiaramente un messaggio massonico per pilotare la successione di Veltroni al PD

MR3. Ah ecco, vedi? Alla faccia di chi dice che Sanremo non è lo specchio del Paese. A proposito di Paese reale, io speravo che gli Afterhours andassero a Sanremo con un brano poppissimo, invece hanno fatto i duri e puri. Facendo, secondo me, una cazzata, perché se decidi di giocare al gioco di Sanremo ci devi andare con un brano sanremese. Mi sa che la loro canzone tra un mese non se la ricorda più nessuno, e anche i fan tenderanno a dimenticarla perché è davvero brutta.

MR2: Anche io sono rimasto deluso dagli Afterhours. Il testo non è male ma musicalmente la canzone è troppo debole. Dovevano portare i Baustelle.

MR3: E’ che ormai i Baustelle sono oltre Sanremo, non ci andranno mai. Uno che pensavo oltre Sanremo era anche Renga, mi fa strano che ci sia tornato.

MR2: Masini se non ci infila una parolaccia ormai non lo fanno cantare. Renga non mi ha fatto impazzire. Forse però la peggior canzone di quelle che ho sentito è stata quella di Masini: doveva portare a Sanremo “Vaffanculo”. Sarebbe stata una rivoluzione. Poi il riferimento a Zoff che non esce dai pali. Ma dai…

MR3: Masini è un oggetto misterioso, capace di rare impennate e di abissi inascoltabili. Vogliamo parlare della sua cover di “Nothing Else Matters” dei Metallica?

MR2: Ma i Gemelli Diversi quanto sono tamarri?

MR1: me li sono persi, però per me sono come i Sottotono o gli Eiffel 65, completamente fuori contesto

MR3: Un giorno dovremmo fare la top ten dei fuori contesto a Sanremo. A proposito di Baustelle mi è invece venuto in mente che due anni fa volevano portare a Sanremo “Bruci la città” ma gli fu bocciata da quel genio di Baudo. Così la regalarono a Irene Grandi che ne fece il tormentone dell’estate

MR2: La Zanicchi si è incazzata perchè Benigni la presa per il culo prima dell’esibizione influenzando, a suo dire, la votazione.

MR1: La Zanicchi di che si lamenta? Le han fatto pubblicità aggratis

MR2: Comunque che ridere quando Bonolis, introducendo le nuove proposte, spiega come artisti famosi si siano presi a cuore e abbiano sponsorizzato giovani talenti. Peccato che tra gli artisti famosi ci sia Zucchero e tra i giovani talenti sua figlia. Praticamente uno spot per il bravo genitore.

MR1: E vabbè, si è visto di peggio in passato, dai…

MR3: La nostra amica Chiara Canzian, a proposito, ha detto che non ne può più del nepotismo e che questa situazione rischia di danneggiarla. No comment.

MR2: Dovremmo fare qualcosa per tutti questi poveri ragazzi danneggiati dalle accuse di nepotismo. Non possono chiedere aiuto ai genitori perchè poi vengono accusati di nepotismo

MR1: povera stella. e pensare che sarebbe andata a Sanremo lo stesso, senza nessun problema

Annunci