MOURINHO, IL PROFETA DI ‘STE BAL

1.

Io guadagno 11 milioni non 9, e con la pubblicità anche 14

2.

C’è prostituzione intellettuale

3.

Se avessi voluto un lavoro facile sarei rimasto al Porto, con una bella poltrona blu, la Coppa dei Campioni, Dio e dopo di lui io

4.

Io sono speciale

5.

Guardate il mio taglio di capelli, sono pronto per la guerra

6.

Wenger ha un vero problema con noi e credo che lui sia quello che in Inghilterra si chiama voyeur. Gli piace guardare. Ci sono ragazzi che quando sono a casa hanno un grosso telescopio per per spiare nelle case degli altri. Wenger deve essere uno di questi. Ed è una malattia

7.

Mi rimpiangerete, soprattutto quando comincerete a perdere anche le partite in casa. I fan del Chelsea non hanno mai lasciato Stamford Bridge in lacrime, perché non abbiamo mai subito sconfitte casalinghe, ma quando il Chelsea perderà il prossimo incontro davanti al suo pubblico, allora qualcuno si ricorderà che questa cosa non succedeva da tre anni (ai dirigenti del Chelsea)

8.

Magari nella filosofia di un perdente questa è stata una grande stagione (ad Avram Grant, suo successore sulla panchina del Chelsea, che aveva definito positiva la stagione nonostante la sconfitta nella finale di Champion’s League).

9.

Avete vinto il primo scudetto in segreteria, il secondo perché non c’erano avversari e il terzo all’ultima giornata. Siete una squadra di merda (ai giocatori dell’Inter dopo una delle pochissime sconfitte di quest’anno)

10.

Io non sono un pirla

E quest’uomo sarebbe la salvezza del calcio italiano?

Annunci