FIERA DEL LIBRO 2009: LE OCCASIONI GIUSTE

le_occasioni_giuste

L’importante è esserci, strizzare l’occhio. Fondamentali sono i baci e abbracci, le strette di mano. Perché se sei uno scrittore sfigato te ne stai in uno stand di 2 metri quadri a parlare del tuo libro magari print on demand a tre persone, magari tuoi parenti e non vendi un cazzo, l’editore sbuffa anche perché sa che non rientrerà mai nelle spese di fiera. Alla fine della giornata però tirerà il nastro adesivo per recintare il suo stand di due metri per due e amen. Se invece sei uno scrittore famoso starai sulle palle al tuo ufficio stampa che deve lavorare 14 ore ore al giorno e magari sogna di essere lui/lei stesso/stessa uno scrittore. Fondamentale è anche alloggiare nell’albergo giusto, più vicino possibile al Lingotto, dove la colazione è un’occasione per conoscersi e maifestare il proprio potere. Fondamentali sono le occasioni giuste.

Annunci