UN ULTIMO GRAZIE

un_ultimo_grazieEra maggio quando, con molti timori, ho scritto il mio primo post. Una prima volta tra le tante, ma unica come lo è ogni prima volta.

In questi mesi ho provato a raccontare e a raccontarmi. Ho parlato degli incontri tra gay e dei miei incontri gay. Ho parlato delle paure della vita e delle mie paure. Ho raccontato, a volte anche troppo in dettaglio, di esperienze presenti e passate e delle emozioni che le rendono uniche. Ho condiviso con voi, amici virtuali ma realmente preziosi, sogni per un avvenire migliore.

Tutto questo non sarebbe stato possibile se un giorno il Collettivo Mauro Repetto non mi avesse contattato per propormi quest’avventura. Non sarebbe successo se qualcuno tra di voi non avesse espresso interesse per i miei commenti, a volte chilometrici, che lasciavo nei post di Numero 12.

Al Collettivo, a voi tutti ed anche a Numero 12, che senza saperlo ha contribuito a che tutto ciò avesse inizio, devo un grazie.

In questo momento ho bisogno di una pausa e non saprei quantificarla. La routine della vita poi, non è la migliore ispiratrice per potervi raccontare nuove storie. Non che non mi succeda più niente. Tanto per darvi qualche ultima notizia: ho incontrato un ragazzo interessante, soprattutto a livello sesso, ma non sono sicuro che cerchi una storia seria, comunque non è di quelli, numerosi, per cui “una botta e via e poi sparisco dalla tua vita”, quindi si vedrà; sono in contatto con un altro ragazzo ancora più interessante, mi piace molto, anche se l’ho visto solo in foto e in webcam, ma dovrei incontralo a breve.

In qualche modo vi terrò aggiornati.

Ma in questo momento non posso più garantire un mio impegno settimanale e quindi volevo intervenire un’ultima volta per dirvi ancora grazie.

Non saprei dire se, come e quando tornerò. Ne parlerò con il Collettivo.

Ho sicuramente bisogno di un po’ di tempo per assimilare tutto quello che ho imparato. In questo tempo sono cresciuto anche grazie a voi. Anzi, soprattutto grazie a voi. Potermi aprire, spiegare, confrontare, mi ha permesso in questi mesi di osare, inventare, e a volte amare.

Non mi succedeva da tanto tempo. Ma non ho ancora fatti miei tanti insegnamenti ricevuti in questi mesi.

Adieu, o forse solo au revoir. Mi inchino e sussurro, ancora, un ultimo

grazie

Annunci